Vai menu di sezione

Rette di frequenza

Costi delle rette per la frequanza del nido d'infanzia

 

Le rette di frequenza

Il costo di un bambino al nido è di circa€ 12.000/anno, dei quali€ 7.100coperti dalla Provincia. La differenza è a carico della famiglia, ed in subordine dei Comuni di residenza, che paga le seguenti rette:

-quota fissa, calcolata applicando l’indicatore ICEF (indicatore della condizione economico familiare) tra i seguenti limiti mensili:  Min € 180,00 – Max € 360,00/mese

NB: sono previste riduzioni del 30% sul secondo figlio al nido e del 10% per la frequenza part-time.

 -quota giornaliera dovuta in base all’effettiva presenza, in relazione alle spese di vitto e di materiale igienico – sanitario necessario. E’ eguale per tutti gli utenti:    € 2,40/dì 

-  quota ulteriore(soggetta ad ICEF) nel caso venga usufruito il servizio anticipo/posticipo (da attivare e pagare direttamente alla cooperativa):  max € 1,25/mezz’ora 

NB: i giorni di chiusura fissati, dal Comitato di gestione, vengono detratti dalla retta fissa in 22mi (tar.fissa/22*gg chiusura); si tratta dei giorni aggiuntivi rispetto alla feste nazionali (ferragosto, i santi, natale, l'immacolata ect che non rientrano nella deduzione).

 NEL CASO DI FREQUENZA INFERIORE AL MESE O RITIRO INFRAMENSILE LA RETTA VA PAGATA INTERA,  per malattie certificate superiori a 10 giorni consecutivi di Nido la retta viene ridotta del 50%. 

Le fatture a carico delle famiglie vengono emesse dalla Comunità Territoriale della Val di Fiemme posticipatamente rispetto al mese di riferimento ed hanno scadenza a 30 gg dal giorno di emissione. Assieme viene allegato apposito bollettino: è possibile pagare alla posta, direttamente allo sportello bancario, a/m in-bank.

Si informa, per chi fosse interessato al pagamento delle fatture direttamente tramite la propria banca a mezzo mandato SEPA DD, può presentarsi presso l’ufficio Ragioneria della Comunità con i dati bancari e il codice fiscale del titolare o contitolare del conto per sottoscrivere la modulistica necessaria (per appuntamento telefonare a Stefania allo 0462-241321). 

E’ POSSIBILE EFFETTUARE UNA SIMULAZIONE ATTRAVERSO IL SERVIZIO ICEF DELLA PAT PER VERIFICARE SE SI HA DIRITTO ALLE AGEVOLAZIONI AL SEGUENTE LINK:

https://www.icef.provincia.tn.it/clesius/icefTrasp/index.jsp?idDescrizione=0&command=0

- DOMANDA UNICA - ed inserire in fondo alla pagine il numero dei compenti e cliccare “avanti”.

 SI CONSIGLIA di prendere appuntamento ad un caaf abilitato per l'elaborazione definitiva e corretta!!

 

Pagina pubblicata Giovedì, 14 Febbraio 2013 - Ultima modifica: Venerdì, 19 Settembre 2014
torna all'inizio del contenuto