Vai menu di sezione

Facilitazioni di viaggio

Possono fruire delle facilitazioni di viaggio gli studenti del secondo ciclo di istruzione e formazione residenti in provincia di Trento e dì età non superiore ai vent'anni a conclusione dell'anno scolastico o formativo cui si riferisce l'intervento. Sono concesse nel caso di impossibilità di fruizione, da parte dello studente, di un servizio di trasporto pubblico ai fini della frequenza scolastica

Modalità di richiesta

La facilitazione di viaggio viene concessa a studenti del secondo ciclo di istruzione e formazione residenti in provincia di Trento e di età non superiore ai vent'anni a conclusione dell'anno scolastico o formativo cui si riferisce l'intervento. 

Si tratta di un contributo forfettario concesso nel caso di impossibilità di fruizione, da parte dello studente, di un servizio di trasporto pubblico ai fini della frequenza scolastica, rapportato alla distanza tra il luogo di residenza o di domicilio e il più vicino punto di raccolta del mezzo pubblico usufruibile per raggiungere la sede scolastica o formativa.
 

La facilitazione di viaggio può essere concessa se il percorso non coperto da servizio pubblico è superiore ai 3 chilometri, e viene riconosciuta sia nel caso di trasporto effettuato direttamente dalla famiglia con mezzo proprio, sia nel caso di trasporto effettuato a mezzo vettore.

La misura del contributo viene calcolata in 2 fasce (fascia 1 o fascia 2) a seconda della valutazione della condizione economica famigliare determinata con l'applicazione della disciplina ICEF. Se non viene presentata l'ICEF, il contributo sarà concesso in fascia 2.
 Il beneficio viene comunque concesso fino all'importo massimo di euro 400,00 per un figlio e di euro 700,00 per due o più figli.

Vedi nel dettaglio tutte le modalità per accedere alla domanda nel bando allegato:

Pagina pubblicata Martedì, 05 Febbraio 2013 - Ultima modifica: Giovedì, 25 Ottobre 2018
torna all'inizio del contenuto