Ti trovi in:

Home » La Comunità » Comunicazione » Ultime notizie » UNA RETE A SOSTEGNO DELL’ALLATTAMENTO

UNA RETE A SOSTEGNO DELL’ALLATTAMENTO

di Giovedì, 22 Dicembre 2016
Immagine decorativa

La promozione e il sostegno dell’allattamento al seno rientrano nel programma di lavoro del Distretto Famiglia della Val di Fiemme: l’obiettivo è quello di creare una rete tra le risorse del territorio per diffondere e sostenere le buone prassi secondo le indicazioni dell’Organizzazione Mondiale della Sanità. Un primo passo in questa direzione è stato fatto nei giorni scorso con un incontro a Cavalese voluto dalla Comunità Territoriale, a cui fa capo il Distretto Famiglia.

A coordinare il confronto la dirigente dell’Agenzia per la Famiglia, Francesca Tabarelli de Fatis, e la pediatra Anna Pedrotti. Presenti rappresentanti dell’ospedale di Cavalese e dei consultori  (personale medico, ostetriche e puericultrici), pediatri di base, le referenti del Centro Mamme di Cavalese e Pozza di Fassa e alcune consulenti alla pari.

“L’allattamento è la prima forma di dialogo tra una mamma e il proprio figlio”, ha detto Michele Malfer, vicepresidente della Comunità di Valle, introducendo l’incontro, organizzato da Rosella Comai, referente di Info Famiglie, lo sportello aperto ogni martedì mattina nell’atrio della Comunità Territoriale a Cavalese. “Questo incontro ha posto le basi per la creazione di una rete territoriale a sostegno delle neomamme – spiega Comai-. È importante creare occasioni di conoscenza reciproca e di confronto tra le risorse del territorio: Azienda Sanitaria, pediatri di base, consultori sono punti di riferimento fondamentali, ai quali si aggiungono anche alcune realtà private. Vanno incentivate le iniziative che appoggiano le donne nei delicati momenti della gravidanza e dei primi mesi di vita del figlio, quando non solo si cercano i consigli dei professionisti, ma anche il sostegno di altre mamme, con cui si condividono gioie e difficoltà”. In Fiemme e Fassa sono quindici le consulenti per l’allattamento, disponibili gratuitamente a dare consigli, ascolto e supporto alle neomamme. Lo spazio “Mama Pamoja – Mamme insieme”  è aperto a Cavalese tutti i martedì mattina in via Roma 8: un luogo informale dove confrontarsi con altri genitori; un’esperienza approdata da qualche mese anche in Val di Fassa. Sull’importanza dei gruppi di mamme ha posto l’accento anche la pediatra Pedrotti: “Sono una risorsa per la diffusione di buone pratiche: è importante trovare le giuste modalità per alleare la rete informale con quella formale”.

Nello stesso giorno a Panchià si è tenuto il consueto incontro annuale con gli amministratori comunali delegati alle politiche famigliari, quest’anno alla presenza di Tabarelli de Fatis e Pedrotti: “Si tratta di un momento di confronto e verifica sull’andamento delle iniziative messe in campo dai singoli enti e anche una riflessione sullo stato del programma a livello di valle, per valutare punti di forza e carenze”, spiega Malfer.

Cavalese, 22 dicembre 2016

 

 

ADDETTO STAMPA

Monica Gabrielli          

340.8551994

monicagabrielli@gmail.com   

Data di archiviazione
31/03/2017